Storia

Storia

Lo IASF-Palermo è stato fondato nel 1981 come IFCAI, un istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). L'obiettivo principale era lo studio della radiazione ad alta energia delle sorgenti galattiche ed extragalattiche mediante strumenti a bordo di missioni spaziali.  

Gli scienziati dell'ICFAI, tuttavia, appartenevano dal 1968 a una sezione distaccata del laboratorio del CNR di Fisica Cosmica e Tecnologie Relative a Milano.

livio scarsiIl gruppo originario lavorava sotto la guida scientifica del prof. Livio Scarsi view as pdf e includeva informatici che studiavano e sviluppavano metodi matematici per l'analisi di immagini e serie temporali dalle osservazioni dei raggi X e Gamma

Fin dalla sua fondazione, l'astronomia X è stata una delle attività principali dello IASF-Palermo. L'Istituto partecipò alle missioni dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) EXOSAT (lanciata nel maggio 1983) e SpaceLab e, dal 1980 alla fine della missione, i ricercatori di IASF-Palermo sono stati fortemente coinvolti nel satellite BeppoSAX.

Le attività di astronomia gamma presso lo IASF-Palermo sono iniziate con la progettazione di progetti spaziali nell'ambito di collaborazioni internazionali come MI-SA-PA, COS-B, FIGARO, CGRO.

Per quanto riguarda i raggi cosmici, l'IASF-Palermo ha partecipato all'esperimento anglo-italiano PLASTEX (1987-1995) per l'osservazione da terra di sciami prodotti dall'interazione con l'atmosfera, nel 1998 ha iniziato il programma "AirWatch dallo spazio" e successivamente è stato coinvolto nella definizione, pianificazione e realizzazione della missione internazionale EUSO.

Leggi di più sulla nostra storia.